/Tag: gialli

Giallo in classe

Come ogni giorno, prima della seconda campanella, tutti i bambini erano nel corridoio e le maestre con la Preside si trovavano in riunione, nella sala insegnanti. Verso le 10:45 dall'aula della 5° si sentì un urlo. Alla maestra Teresa avevano appena rubato l' ipad. L' ispettore Lucio Orbelli si recò sul luogo del furto e sulla base di alcuni indizi forniti dagli alunni, dalla maestra e dalle bidelle indagò per cercare le prove e il colpevole. Interrogò i testimoni cercando di collegare i fatti accaduti. Ascoltò sia i bambini che le bidelle, ma tutti avevano le prove in quanto al momento del furto erano in un altro luogo. Interrogò anche coloro che si trovavano nella sala insegnanti, sottoponendoli ad uno stress fortissimo. C'erano dei sospettati e tra essi ce n'era uno  senza alibi. Secondo l'ipotesi investigativa [...]

By |2018-10-28T09:37:22+00:00maggio 25th, 2015|5. CLASSE QUINTA, 6. ITALIANO, CICLO 2010/2015|0 Comments

Dov’è l’ipad?

L'investigatrice Letizia ispezionava da ogni parte da quando la maestra Teresa l'aveva allarmata con la denuncia della scomparsa del suo costossissimo ipad. Nessuno aveva notato il furto, ma delle orme di tacco a spillo sgnavano il percorso dalla porta dell'entrata dell'aula alla cattedra, dove fino a poco tempo prima, sedeva la maestra Teresa Catalini. Poco più avanti della scrivania della seconda classe,  giaceva un rossetto rosso:tutte le tracce portavano alla maestra Monica, che a quanto pareva era affascinata da quell'apparecchio elettronico. L'investigatrice aveva bisogno, però, di ulteriori prove! Interrogò la sospettata anche se aveva un alibi di ferro. Due o tre giorni dopo venne fuori l'ipad con un biglietto color sangue con su scritto" Dove sono le foto? Riportamele oggi al parco comunale a mezzanotte e mezza in punto. Vieni da sola o [...]

By |2018-10-28T09:37:38+00:00maggio 24th, 2015|5. CLASSE QUINTA, 6. ITALIANO, CICLO 2010/2015|0 Comments

Furto in classe

Il 4 maggio 2017 entrammo in classe tranquilli e beati, come sempre. Le prime due ore passarono veloci come un fiume in piena, ma durante l'intervallo quella tranquillità iniziale svanì. Non si trovava l'Ipad della maestra Teresa, che era indispensabile per la nostra lezione di teatro perché nessuno di noi ricordava i movimenti della recita. I filmati dei primi due atti che avevamo registrato durante le prove erano stati salvati sul dispositivo svanito. Tutti eravamo in panico e in pochi secondi la classe fu messa a soqquadro, come se l'avesse attraversata una mandria di bufali. Lo cercammo ovunque: in classe, in palestra, nel corridoio e nelle altre classi, ma nulla da fare, non si trovava. A quel punto cominciammo a prendere in considerazione un'ipotesi che avevamo escluso fin dall'inizio: il furto. Decidemmo di non chiamare subito la polizia e di iniziare le indagini noi stessi. [...]

By |2018-10-28T09:37:55+00:00maggio 18th, 2015|5. CLASSE QUINTA, 6. ITALIANO, CICLO 2010/2015|1 Comment