/piccoli roditori

About piccoli roditori

This author has not yet filled in any details.
So far piccoli roditori has created 400 blog entries.
8 11, 2016

BENVENUTO CARLO!!!

By |2018-10-28T08:40:53+00:00novembre 8th, 2016|2. CLASSE SECONDA, CICLO 2015/2020, VARI|2 Comments

Ieri è  stata una bellisima  giornata, perchè un nuovo  bambino è  salito sul nostro treno Rodari. E' bravissimo a scrivere e a disegnare ... e poi è anche molto simpatico. Abbiamo parlato insieme ed iniziato a conoscerci. Siamo tanto felici, perchè stiamo per diventare amici! Sono molto contento di essere salito sul treno Rodari. Io amo la scuola e quando sono arrivato ho provato tanta curiosità. La nuova classe mi piace un sacco e le  maestre sono tanto brave. Carlo

26 09, 2016

Benvenuto AUTUNNO!!!

By |2018-10-28T08:41:44+00:00settembre 26th, 2016|2. CLASSE SECONDA, CICLO 2015/2020, VARI|2 Comments

L'estate  è  finita, le vacanze sono un ricordo  e si ritorna a scuola. E' arrivato l'autunno! In autunno le foglie cambiano colore e tra poco voleranno come farfalle lasciando nudi i rami degli alberi.  In autunno la temperatura si abbassa e piove spesso. Indossiamo vestiti più pesanti e nelle case si accendono i riscaldamenti. Le giornate diventano sempre più corte perchè si fa buio presto e  si esce poco la sera.  Anche gli animali sentono freddo e si preparano per andare in letargo.   Nei campi spuntano i funghi e i contadini vendemmiano per fare il vino. 

28 01, 2016

La giornata della memoria

By |2018-10-28T09:28:02+00:00gennaio 28th, 2016|RICORRENZE|1 Comment

Il 27 gennaio di ogni anno si celebra il "GIORNO DELLA MEMORIA", per non dimenticare gli anni più duri della storia. Nel 1933 con Hitler, i Tedeschi incominciarono a togliere i diritti civili agli Ebrei. Li portarono nei campi di concentramento, dove gli uomini, le donne e i bambini venivano smistati e sottomessi ai lavori forzati. Questo successe anche in Italia: nel 1938 Mussolini emanò le leggi razziste. In tutta l'Europa si spanse, così, il razzismo. I nazisti riuscirono, in 10 anni, a deportare e sterminare più di 6.000.000 di Ebrei. Finalmente, nel 1945, l'incubo finì e i cancelli si aprirono, svelando al mondo intero il più atroce orrore della storia dell'umanità: la Shoah. "Questi ricordi non sono semplici indumenti, qualcosa di cui ci si può  spogliare e mettere nell'armadio. Sono incisi nella nostra [...]

6 12, 2015

GRAZIE!

By |2018-10-28T09:28:53+00:00dicembre 6th, 2015|5. CLASSE QUINTA, CICLO 2010/2015, VARI|0 Comments

Grazie, mi avete dato tanto,mi avete aiutatato quando stavo in difficoltà, mi avete fatto capire che sbagliare è una cosa umana, mi avete dato consigli, praticamente avete fatto tutto per me ed è per questo che vi adoro..... Le medie, anche se ci sono ancora alcuni problemi, mi fanno sentire nelle vostre calorose braccia.  P.S. VI VOGLIO BENE CARMEN LA VOSTRA E PER SEMPRE RODITRICE.......

23 10, 2015

PER LA MAESTRA TERESA

By |2018-10-28T09:31:12+00:00ottobre 23rd, 2015|5. CLASSE QUINTA, CICLO 2010/2015, VARI|6 Comments

Ciao cara maestra, sono Lorenzo. Per l'affetto e la pazienza che mi hai insegnato, con il mio cuore, ti dico grazie. Il tuo insegnamento durerà tutta la vita. Sei sempre nei miei pensieri. Noi abbiamo in comune le lacrime, io all'inizio e tu alla fine. SEI LA MAESTRA PIU' IN GAMBA DEL MONDO LORENZO E FAMIGLIA.

10 06, 2015

I SALUTI

By |2018-10-28T09:36:01+00:00giugno 10th, 2015|5. CLASSE QUINTA, CICLO 2010/2015, VARI|1 Comment

Eccoci qua, siamo giunti alla fine del nostro viaggio sul treno Rodari. Salutiamo con un grande abbraccio i nostri bravi maestri che ci hanno accompagnato in questi meravigliosi cinque anni: la meravigliosa Teresa, la simpatica Ettorina, l’intelligente Massimo, l’entusiasmante Wais, l’elettrizzante Lucia, la bellissima Samuela, la  paziente Daniela. Con un grande abbraccio desideriamo salutare i nostri compagni che cambieranno scuola, cioè Zarina, Leonardo, Alberto, Joshua e Jury. Il viaggio sul treno Rodari e i suoi 4 vagoni ci ha insegnato a vivere, a convivere, a cooperare, a fare, ma soprattutto ci ha imparato ad imparare. Salutiamo infine il nostro c@ffè dei lettori, la cosa più bella che ci ha dato la possibilità di condividere i nostri pensieri.